Astaxantina appartiene ad un gruppo di pigmenti naturali conosciuti come Carotenoidi e si trova in molti organismi viventi.

I Carotenoidi si trovano principalmente nelle piante, nelle alghe e nei batteri fotosintetici e anche in alcuni batteri non fotosintetici (lieviti e muffe) dove svolgono una funzione protettiva contro il danno da luce e ossigeno. I Carotenoidi vengono incorporati dagli animali solo attraverso la dieta e forniscono loro colorazioni brillanti, agiscono come antiossidanti, proteggendo le cellule e i tessuti da danni indotti dai radicali liberi ed hanno un importante ruolo nutrizionale essendo una fonte di vitamina A.
L’Astaxantina, tra tutti i carotenoidi, ha dimostrato di possedere un potere
antiossidante superiore, ed è considerata una molecola importante nel mantenimento dello stato di salute, in virtù dei suoi concreti effetti in molte malattie.  

Caratteristiche strutturali

Ha un peso molecolare inferiore a 600 Dalton ed è costituta da una lunga catena idrocarburica  insatura ovvero possiede ben 13 doppi legami e anelli terminali che presentano due gruppi; uno ossidrilico e uno chetonico. La sua simmetria e presenza di gruppi polari le conferisce allo stesso tempo idrosolubilità e liposolubilità.
Questa duplice natura e le ridotte dimensioni spiegano la facilità con la quale l’ Astaxantina è in grado di permeare le membrane cellulari, al cui interno assume un singolare orientamento trasversale; in questo modo l’effetto che produce è intensamente stabilizzante e protettivo per l’intera membrana.
Dopo
l’assunzione orale la molecola viene rapidamente assorbita a livello della mucosa duodenale sia passivamente che per diffusione e la rende immediatamente disponibile nel circolo ematico e linfatico.
Attraverso quest’ultimo viene trasportata al fegato dove legandosi alle lipoproteine viene distribuita ai vari distretti organici.
L’Astaxantina riesce ad attraversare la barriera emato-encefalica, esercitando i suoi effetti a livello di sistemi difficilmente raggiungibili. Quindi
protegge dai radicali liberi che incessantemente si formano anche il cervello e gli occhi dove generalmente gli antiossidanti non riescono ad arrivare.
Ulteriori attività della molecola di Astaxantina sono un potente effetto
antinfiammatorio e l’inibizione della lipoperossidazione al fine di proteggere le membrane mitocondriali e il DNA dal danno fotoindotto. Proprio per questo motivo è molto utile l’uso di integratori a base di Astaxantina prima dell’esposizione al sole perché in tal modo la pelle è protetta dall’aggressione operata dai raggi ultravioletti. L’Astaxantina determina una abbronzatura dorata ed omogenea specie se associata all’uso di creme protettive.
Uno studio comparativo ha largamente dimostrato che l’Astaxantina possiede un efficacia doppia rispetto al beta carotene e da 100 a 500 volte superiore all’attività promossa dalla Vitamina E, nel prevenire la perossidazione degli acidi grassi.

E’ contenuta in alcuni alimenti ed in special modo nei crostacei. Particolarmente ricco di Astaxantina è il salmone soprattutto quello affumicato.

Share This